Incontrare e Scopare

Cameriera porca si masturba davanti a clienti arrapati

Nella mia recente vacanza in Sicilia mi sono imbattuto in Carla, una cameriera porca dell’albergo nel quale soggiornavo.
Al primo impatto, durante la colazione, l’ho trovata subito attraente, la classica bella donna, con quel modo di fare tipico di una milf porca. Pensavo fossero solo le mie fantasie da arrapato, ma la sera successiva, durante la cena notai che Carla mentre mi serviva i piatti, appoggiava le sue grandi tette sulla mia spalla.

La guardai e notai che con la lingua si passava le labbra e rientrando in cucina, con fare da vera cameriera porca, si mise un dito in bocca, passandolo prima sulle labbra per poi leccarlo con la lingua, proprio come una milf esibizionista.

La seguii con lo sguardo, pensando finisse lì il suo gioco e immaginandomi seduto sul mio letto della camera a digitare milf Catania sul PC, pronto a farmi una sega, ripensando all’accaduto.
La vidi però seminascosta dietro ad una colonna che continuava a fissarmi, e la sua mano scendeva a toccarsi il seno. Poi si allontanò e ritornò per portarmi il vino; fu allora che vidi la sua mano entrare nei pantaloni della sua divisa.

Notai allora una macchia di bagnato sui pantaloni bianchi, proprio sopra alla figa. Quella troia si era bagnata e si stava masturbando proprio mentre serviva al mio tavolo, poco alla volta, portata dopo portata.
Non mi tirai indietro e continuai a richiamare la sua attenzione per ordinare prima il pane, poi dell’acqua… insomma ogni scusa era buona per farla avvicinare al mio tavolo. E ogni volta che si avvicinava a me, appoggiava le sue grandi tette e scendeva con la mano e si toccava. Poi ritornava dietro alla colonna e la vedevo continuare a masturbarsi.

Era veramente la classica milf esibizionista che si eccitava all’idea di essere guardata. La vedevo contorcersi sempre più ed ad un punto notai le sue gambe in preda a convulsioni e i suoi occhi ribaltati. Quella vacca aveva appena avuto un orgasmo super.

Quando ritornò al mio tavolo la invitai in camera, e concludemmo insieme la serata. Mii disse di essere divorziata da poco, e che dopo anni di repressione sessuale, stava raggiungendo solo ora la pace dei sensi.
Passammo una notte infuocata, ma questa è un’altra storia…

Lascia un commento